Cosmetici senza nichel: una guida per sceglierli senza problemi

cosmetici senza nichel

Voglio parlarti di un argomento molto importante per le amiche che seguono questo blog e che vogliono consigli per vivere al meglio il rapporto con l’allergia: i cosmetici senza nichel.

Ho pensato che creare una piccola guida sull’argomento potesse rappresentare la modalità migliore per aiutare chi vuole sapere qualcosa di più sui cosmetici nichel tested ed evitare problemi di reazione allergica.

Questo post è dedicato alle amiche che mi seguono con affetto da quando ho aperto il blog, ma anche agli uomini che vogliono fare un regalo alla moglie o alla fidanzata e non sanno da dove cominciare per acquistare dei trucchi senza nichel.

Per facilitare la lettura ho diviso il contenuto in paragrafi, così che tu possa scegliere il tema che più ti interessa e approfondirlo.

Indice dei contenuti:

 

 

Cosmetici senza nichel: qualche specificazione preliminare

cosmetici senza nichel
Come ho avuto modo di ricordare in diversi post di questo blog, le reazioni allergiche in seguito al contatto con il nichel possono variare da persona a persona e raramente mettono in pericolo la vita.

Questo vale anche quando si parla di cosmetici privi di nichel. In tal caso è bene ricordare che, nella maggior parte delle situazioni, esiste un limite di tolleranza che è pari a 1 ppm (1 mg/kg = 0,000001).

Molto spesso, quando si legge l’etichetta di un cosmetico nichel tested, si può trovare proprio la dicitura < 1 ppm. Che cosa significa? Che su un milione di particelle complessive, il prodotto in questione ne contiene solo una di nichel.

Leggere le etichette di quello che compriamo è essenziale, sia quando si ha a che fare con il cibo e quindi con le ricette senza nichel o con le pentole nichel free, sia quando si parla di cosmetici senza nichel, parabeni e siliconi.

Adesso che ti ho fornito queste indicazioni preliminari fondamentali per destreggiarti nell’ambito dei trucchi senza nichel, sono pronta a guidarti alla scoperta delle marche migliori per chi soffre di allergia al nichel.

Prodotti per l’idratazione del viso: ecco qualche brand senza nichel

Già se ti fai un giro su Amazon e dalla categoria salute e cura della persona cerci la frase nichel tested, trovi davvero una grande scelta di prodotti per il corpo, per il makeup e altri cosmetici senza nichel.

>> Clicca qui e scopri i migliori prodotti e cosmetici nichel tested da Amazon <<

Come tutte noi ben sappiamo, il make up migliore è quello che ha alle spalle un viso adeguatamente preparato. Per questo motivo, prima di scegliere i cosmetici antiallergici, è bene che tu abbia le idee chiare sui brand che vendono prodotti privi di questo metallo e utili per l’idratazione del viso.

Quali sono i migliori? Personalmente io mi trovo molto bene con gli scrub di Lush – un brand da non perdere se si amano i cosmetici naturali – e con il latte detergente della linea Defence di Bionike.

Trascurare l’idratazione del viso è sbagliato, soprattutto se si soffre di allergia al nichel e si ha ancora più necessità di proteggere la pelle!

Cosmetici nichel free: quali marche scegliere?

Premettendo che l’utilizzo volontario di nichel nei cosmetici è vietato dalla Comunità Europea dal 2006 e che, a meno di procedure di testing ad hoc, è molto difficile avere la certezza della totale assenza di questo metallo, faccio un elenco di brand di cosmetici con i quali non ho mai avuto problemi da quando ho scoperto di soffrire di allergia al nichel.

Attenzione: come segnalo sempre in tutte le mie guide, la reazione allergica al nichel varia da caso a caso, quindi l’elenco che trovi qui sotto non è la lista ufficiale del ministero della salute (che nel momento in cui scrivo non esiste) ma la lista dei prodotti che solo a me non danno problemi, quindi prima testa ogni singolo cosmetico e poi verifica che anche a te non dia nessun tipo di reazione.

PrimoBio

cosmetici bio

E’ un ecommerce di prodotti biologici che offre solo cosmetici senza sostanze tossiche e senza metalli pesanti, quindi anche senza parabeni, petrolati e siliconi. Su PrimoBio puoi scoprire numerose marche di cosmetici nichel tested. Qui ti elenco le principali:

Aggiungo qui sotto una delle tante testimonianza di clienti soddisfatte, oltre me, dei prodotti acquistati da questo ecommerce di prodotti nichel tested:

Ho ordinato per la prima volta in questo e-shop, scoprendolo per caso nella mia ricerca di prodotti cosmetici biologici, dopo aver avuto problemi con quelli della cosmesi non naturale. Sono felicissima di esserne venuta a conoscenza e di aver ordinato i prodotti! Ora che ho appena aperto il pacco, confermo i commenti positivi ed entusiasti degli altri acquirenti. Spedizione velocissima: in soli 2 giorni ho ricevuto l’ordine! Pacco preparato ed imballato con cura. Ringrazio Deborah per il bigliettino trovato all’interno, sono davvero le piccole cose che fanno la differenza! La ringrazio per i campioncini e gli omaggi. Sì, sono proprio contenta! Al prossimo ordine. Grazie Deborah!  
Martina

 

Kiko

Questo brand commercializza cosmetici molto economici e adatti anche a chi soffre di allergia al nichel. La certezza assoluta non c’è ma le procedure di testing fino ad ora, almeno per quanto riguarda la mia esperienza personale, si sono rivelate valide.

Bionike

Anche per quanto riguarda i cosmetici come rossetti, fard, ciprie Bionike sono una certezza. Questa marca, i cui prodotti possono essere acquistati anche online, ha costi più alti rispetto a Kiko ma comunque non proibitivi. La linea Defence è un punto di riferimento da non perdere se si ha intenzione di acquistare dei cosmetici naturali di qualità!

Yves Rocher

Altro brand da tenere presente quando si parla di cosmetici senza nichel è Yves Rocher, che ha anche un’ottima linea totalmente bio.

L’Oréal

Qui andiamo sul classico, optando per un brand molto apprezzato da chi soffre di allergia al nichel e che effettua controlli molto stretti sulla qualità dei prodotti.

Erbolario

Anche questo brand è da prendere in considerazione quando si parla di cosmetici senza nichel (ha messo da poco a punto una linea nichel tested).

Make up senza nichel: facciamo ulteriore chiarezza

Come ho già affermato, dal 2006 è vietato dalla Comunità Europea l’inserimento volontario di nichel nei cosmetici. Non si può avere la certezza, ma è possibile scegliere non solo sulla base dei brand, ma anche seguendo l’indicazione “nichel tested” o “nichel free”, che viene riportata sull’etichetta.

l brand che commercializzano cosmetici con la dicitura “nichel tested” hanno la possibilità di gestire autonomamente i parametri, facendo però attenzione a mantenersi sotto la soglia di 1 mg/kg.

Trucchi senza nichel: cosa fare dopo averli acquistati

Perfetto! Hai appena fatto shopping in profumeria e hai acquistato dei cosmetici nichel free, magari di una delle marche che ti ho elencato nel paragrafo precedente. Come fare per assicurarti che non siano dannosi?

Fai un piccolo test su una porzione di pelle – puoi per esempio passare il rossetto sul dorso della mano  – e attendi di vedere come reagisce la pelle. Se dopo 1/2 giorni noti una reazione simile alla dermatite da contatto significa che il tuo organismo non è in grado di tollerare quella quantità di nichel.

Se invece non hai la sicurezza di soffrire di allergia al nichel ma ti sfiora il sospetto, prima di acquistare cosmetici nichel tested il consiglio è quello di toglierti ogni dubbio eseguendo un patch test.

Cosmesi senza nichel: ultimi consigli per non sbagliare

I consigli per prenderti cura della tua bellezza anche se soffri di allergia al nichel sono pochi e semplici. Fare attenzione è fondamentale, così come lo è acquistare cosmetici solo di marche note, evitando di comprarli online (ripeto: bisogna leggere bene l’etichetta prima di procedere con l’acquisto).

I brand di cosmetica sono sempre più sensibili alle problematiche di chi soffre di allergia al nichel e sia nella grande distribuzione sia nelle piccole realtà è possibile trovare numerose alternative per truccarsi senza correre il rischio di reazioni allergiche.

Spero che questi semplici consigli ti possano essere utile per affrontare meglio un aspetto importantissimo come la cura della bellezza. L’allergia al nichel è in grado d’influenzare diversi aspetti della vita quotidiana, ma con il giusto spirito e impegnandosi un po’ è possibile affrontare tutto!

Se hai altri suggerimenti da dare ti aspetto nei commenti! Condividi la tua esperienza e aiuta chi soffre di allergia al nichel a trovare delle soluzioni utili per truccarsi senza problemi.

Riassunto del post
Titolo del post
Cosmetici senza nichel: la guida completa su quali scegliere
Descrizione
Come scegliere i migliori cosmetici senza nichel? In questa guida scopri un elenco dettagliato di prodotti nichel tested di marche selezionate da me.
Autore
  1. Paola Orsini Autore articolo

    Ciao Denise, piacere di conoscerti. Ho visto che su un gruppo su facebook di Allergiche al Nichel c’è già l’intenzione di creare un’associazione.

    Qui trovi il link per partecipare al gruppo e proporre la tua idea:
    https://www.facebook.com/groups/33263757143/

    Il mio obiettivo su questo blog è proprio di unire tutte le persone allergiche al nichel per offrire delle informazioni pratiche, utili e facilmente applicabili per alleviare, risolvere o alleggerire questo problema.

    Infatti sto cercando di raccogliere tutte queste persone via email per poterle ricontattare ed offrire informazioni gratuite e anche a pagamento (per sostenere i costi di questo progetto). Se non ti sei ancora iscritta, trovi un modulo di registrazione qui a sinistra dove lasciare la tua email per ricevere le prime info gratuite.

    Ci risentiamo da queste parti. Grazie per aver condiviso la tua idea nei commenti di questo blog.

    Rispondi
  2. Annarita pecorella

    Ciao sono Annarita, trovo interessante i vostri consigli perché io sono allergica al nichel con una sofferenza allo stomaco e al respiro….. Vorrei sapere di più su questa ,per me malattia. È insopportabile non poter mangiare alimenti che comunque mangi all’ordine del giorno. Ciao

    Rispondi
    1. Paola Orsini Autore articolo

      Ciao Annarita, prova a leggere con calma tutti i post di questo blog. Già qui sono presenti numerose informazioni che magari non conosci per aiutarti a migliorare la tua situazione.

      Rispondi
  3. Francesca

    Ciao! Mi sono imbattuta per caso in questo articolo e devo segnalarti alcuni errori: tutte le marche che hai citato al di fuori della Bionike non testano i loro prodotti al nickel…. Ne sono allergica e purtroppo leggo sempre le etichette dei prodotti: kiko non ha creato nessun prodotto nickel tested, dell’erbolario POTRESTI trovare qualcosa di testano solo nel reparto baby ma ti posso assicurare che in quello adulto non c’è niente.
    Cmq diffida dalla dicitura NICKEL FREE perché è vietata in Europa poiché niente più non contenere il nichel che è un minerale pesante esistente in natura; solo la dicitura NICKEL TESTED assicura una piccola percentuale di nickel sopportabile da chi ne è allergico.
    Altre marche valide testate sono:
    Omia. Provenzali. Infasil (per l’igiene intima).
    Ma quelle citate da te proprio no…. si salva solo Bionike.
    Consiglio a tutti di munirsi di pazienza e leggere le etichette e diffidare dalle contraffazioni… niente è completamente esente da nickel!

    Rispondi
    1. Paola Orsini Autore articolo

      Ciao Francesca, grazie mille per il tuo prezioso controbuto e per aver segnalato eventuali errori o inesattezze presenti in questo articolo. Valuta sempre che sono prodotti che ho provato io o che ho scoperto online su altri siti web, raccolti e selezionati da me. Quindi, ci sta che alcuni prodotti non siano completamente nichel free.

      Spero poi di aver spiegato a fondo la differenza tra prodotti nichel free e nichel tested.

      Proverò anch’io alcune delle marche che hai citato per verificare se sono effettivamente valide anche per me.

      Appena avrò tempo, cercherò di aggiornare questo post aggiungendo anche le marche da te citate. Ancora grazie e a presto.

      Rispondi
  4. Elena

    Buongiorno,molto utile questo post. Io sono molto intossicata da nichel e adesso sto seguendo una dieta, ma volevo sapere la zeolite da assumere sai se si può assumere anche in gravidanza? Grazie mille.

    Rispondi
    1. Paola Orsini Autore articolo

      Ciao Elena, grazie per la domanda. Ho letto su altri blog del settore che a volte viene sconsigliato l’uso in gravidanza e durante l’allattamento. Non essendo un medico e non conoscendo il tuo stato di salute ti invito a chiedere il parere del tuo medico di fiducia. Al Tuo Benessere.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *