cena nichel free festiva

Come sopravvivere alle feste se sei allergica al nichel?

Le festività sono un momento magico, pieno di gioia e di prelibatezze. Se sei allergica al nichel, però, può essere una sfida. Voglio offrirti consigli pratici per goderti le feste senza compromettere la tua salute.

1. Inizia dalle proteine

Inizia i tuoi pasti con una piccola porzione di proteine facilmente digeribili e adatte anche a noi allergiche.

Ecco alcune scelte ottimali:

  1. Uova: Le uova sono una fonte completa di proteine, contenendo tutti gli amminoacidi essenziali. Sono altamente digeribili e hanno un alto valore biologico. Un’opzione pratica e versatile per i tuoi pasti.
  2. Salmone: Questo pesce è non solo ricco di proteine ma anche di acidi grassi omega-3. È perfetto per una dieta equilibrata e ha un’elevata digeribilità (Preferisci il salmone selvaggio perchè non allevato).
  3. Pollo: è una delle migliori fonti di proteine. È facile da cucinare in diversi modi e si abbina bene con una varietà di verdure.
  4. Manzo: sceglierlo può fornire un’ottima fonte di proteine di alta qualità.

Queste proteine non solo ti aiuteranno a sentirsi sazia, ma sono anche adatte a una dieta equilibrata e con limitato apporto di nichel.

Leggi anche: pesce senza nichel che puoi mangiare.

2. Un solo bicchiere di vino

Se scegli di bere vino, limitati a un bicchiere. Questo ti permetterà di brindare alla festa senza esagerare. Se il vino non va bene per te, esplora alternative non alcoliche.

3. Mangia e mastica lentamente

Prenditi il tempo di gustare ogni boccone, masticando con attenzione.

Questa pratica non solo migliora la digestione, ma rallenta anche il ritmo del pasto, aumentando la consapevolezza dei segnali di sazietà del tuo corpo.

4. Preferisci verdure di stagione a basso contenuto di nichel

Scegli verdure di stagione a basso contenuto di nichel per i tuoi piatti festivi. Tra queste:

  • Finocchi: croccanti e versatili, perfetti sia crudi in insalata che cotti.
  • Scarola: ottima per insalate invernali. e anche saltata in padella.
  • Insalata iceberg: una scelta fresca e croccante per le insalate.
  • Invidia riccia e lattuga canasta: varietà di lattuga delicate e gustose.
  • Bietole: foglie nutrienti, ottime saltate in padella o in zuppe.
  • Radicchio rosso: dal sapore leggermente amarognolo, eccellente in insalate o grigliato.
  • Topinambur: conosciuto anche come carciofo di Gerusalemme, è delizioso al forno o in zuppe.
  • Zucchine: leggere e facili da cucinare in vari modi.
  • Ravanelli: croccanti e piccanti, perfetti per aggiungere un tocco di sapore alle insalate.

Queste verdure possono essere integrate in un’ampia gamma di piatti festivi, offrendo sia sapore che nutrimento senza preoccupazioni legate al nichel.

Ricorda, tuttavia, che la tolleranza può variare da persona a persona, quindi è sempre meglio ascoltare il proprio corpo e adattarsi di conseguenza.

Pertanto, è importante scegliere le verdure che si tollerano meglio. Inoltre, preferisci prodotti di provenienza certa, possibilmente biologici e controllati, e utilizzare metodi di cottura che preservano le caratteristiche organolettiche degli alimenti, come la cottura al vapore.

5. Sicurezza alimentare

Sii sempre consapevole degli ingredienti nei piatti. Prepara in anticipo e non esitare a portare i tuoi piatti alle feste.

6. Assaggia tutto, ma non bissare

Dai una possibilità a ogni piatto, ma ricorda che non è necessario ripetere le porzioni. Questo ti permetterà di godere della varietà senza eccedere.

7. Salta un pasto in previsione

Se sai che ti aspetta un pasto abbondante, considera di saltare il pranzo o la colazione. Questo ti aiuterà a bilanciare l’apporto calorico totale della giornata.

Oppure, preferisci saltare il pasto successivo dopo un pasto abbondante, aiuterai il tuo organismo a tornare in sesto dopo un’abbuffata.

8. Continua l’attività fisica durante i periodi festivi

Mantenere un’attività fisica regolare, anche leggera, durante i periodi festivi è importante.

Una camminata veloce al mattino, un’escursione in montagna o una seduta in sala pesi in palestra, può aiutare a migliorare la digestione e stimolare il metabolismo, soprattutto dopo pasti abbondanti.

Ascolta sempre il tuo corpo e consulta un esperto prima di iniziare una nuova routine di esercizio.

Conclusione

Con questi consigli, spero di aiutarti a vivere le festività con serenità e salute. Ricorda, l’equilibrio tra gusto e benessere è fondamentale, specialmente per noi allergiche al nichel.

Autrice

Paola Orsini

Autrice del libro:

Studentessa di Naturopatia e libera ricercatrice. Aiuto le persone a disintossicarsi dal nichel per tornare ad una vita normale senza più stress e ansie.

2 commenti su “Come sopravvivere alle feste se sei allergica al nichel?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *