vaccino nichel

Vaccino per l’Allergia al Nichel: Qualche Informazione per Chiarire le Idee

Il vaccino per l’allergia al nichel è una possibilità senza dubbio interessante per chi soffre del medesimo problema che affronto ogni giorno, e che in qualche modo riguarda anche te o un tuo caro se stai leggendo questo post.

Personalmente non ho mai provato il vaccino, ma sto cercando una cura che mi possa aiutare a migliorare il processi di disintossicazione (ogni tanto ricorro alla zeolite attivata, ma gli effetti positivi non sono certo definitivi), così da riuscire man mano a integrare nuovi alimenti. In questo post ho riassunto alcune delle informazioni raccolte sul vaccino, con l’obiettivo finale di fornirti una guida rapida e d’immediata comprensione.

Sono consapevole delle difficoltà che s’incontrano ogni giorno nell’evitare il nichel – penso solo alle amiche che cucinano e che maneggiano pentole che contengono tale metallo – e per questo ho deciso di concentrarmi su una soluzione terapeutica che può migliorare la vita di molte persone.


disintossicarsi-dal-nichel-guida

Ho diviso il contenuto in paragrafi e ho realizzato un sommario, così che tu possa scegliere di approfondire gli argomenti di tuo maggior interesse.

Sommario:

 

Vaccino per allergia al nichel: di cosa si tratta?

Il vaccino per l’allergia al nichel, un percorso molto diverso dalla profilassi che si adotta per altre malattie, è stato sperimentato con successo su pazienti che soffrono delle forme più gravi dell’allergia, ossia quelle sistemiche (sto parlando di ben 2 milioni d’italiani sui circa 9 totali che hanno problemi con il nichel).

Tra i sintomi più frequenti dell’allergia sistemica al nichel è possibile ricordare la dermatite allergica da contatto – che si scatena a causa di oggetti che vanno dal cellulare ai gioielli – i dolori addominali e la diarrea.

Esiste un modo per dimenticare tutto questo? Certo che sì! Si tratta appunto del vaccino, un processo terapeutico desensibilizzante che prevede, una volta formalizzata la diagnosi in seguito a procedure come il patch test, l’assunzione di pastiglie da 500 nanogrammi di nichel tre volte a settimana per sei mesi. A questo processo fa seguito una reintroduzione graduale degli alimenti contenenti il metallo, per poi passare a un regime dietetico libero senza preoccuparsi degli effetti collaterali.

Funziona questo vaccino?

Dopo questa brevissima spiegazione ti starai senza dubbio chiedendo se il vaccino per l’allergia al nichel sia efficace o meno. Il cenno a un importante studio clinico è il miglior modo per documentarsi in merito.

L’unico studio clinico al mondo dedicato alla terapia orale di iposensibilizzazione al nichel è stato eseguito su un campione di 100 pazienti da due team congiunti di allergologi attivi presso l’Università Cattolica – Policlinico Gemelli di Roma e presso l’Università di Chieti, con risultati finali pubblicati sulle pagine della rivista Annals of Medicine.

La terapia ha portato alla luce esiti positivi per quanto concerne la risoluzione dei sintomi gastrointestinali, mentre si è rivelata meno decisiva nel contenimento dei casi di dermatite da contatto, molto frequente tra gli allergici al nichel soprattutto in seguito all’uso di smartphone e tablet (qui puoi trovare l’abstract dello studio. Il testo è in inglese ma di facile comprensione).

Vaccino per l’intolleranza al nichel: per chi è utile?

Il vaccino per l’allergia al nichel, come specificato anche da uno dei medici che hanno condotto lo studio (il Dottor Domenico Schiavino), è particolarmente utile alle donne. Per quale motivo? Per il semplice fatto che il nichel è fondamentale per favorire l’assorbimento del ferro e una dieta povera di ferro è sinonimo di anemia, condizione che riguarda soprattutto i soggetti di sesso femminile (le donne sono in generale più colpite degli uomini dall’allergia al nichel).

Vaccino per l’allergia al nichel: ci sono controindicazioni?

Cosa c’è da sapere in merito alle controindicazioni al vaccino per l’allergia al nichel? Come ho poco fa specificato, la terapia desensibilizzante è ancora in fase di sperimentazione – la pubblicazione dello studio risale al mese di agosto 2014, un tempo a noi vicinissimo se si ragiona in termini di percorsi clinici – ed è quindi molto presto per poter parlare con certezza di fattori di rischio legati alla sua assunzione.

Un lato negativo da non trascurare è legato alla poca efficacia nel miglioramento dei sintomi delle dermatiti da contatto che, come ho già avuto modo di ricordare, sono spesso legate all’utilizzo di dispositivi tecnologici come smartphone e tablet, diventati ormai parte integrante della nostra vita professionale e personale (hai mai provato a immaginare la tua giornata senza lo smartphone?).

Arriverà una soluzione definitiva per gli allergici al nichel che non riescono a fare a meno della tecnologia (in generale si tratta di poche persone)? Non resta che aspettare e vedere!


disintossicarsi-dal-nichel-guida

Cosa sapere sul costo?

Una voce fondamentale di cui tenere conto quando si parla di vaccino per l’allergia al nichel è il costo. Cosa c’è da sapere in merito? In rete si possono trovare tante discussioni relative all’investimento economico per la terapia ed è bene fare attenzione alle informazioni attendibili.

Esistono alcuni medici che, previa fornitura di appositi moduli da parte delle case produttrici, prescrivono il TIO al nichel (Trattamento Iposensibilizzante Orale). Attorno a quali prezzi si aggira? I riferimenti riportati con maggior frequenza parlano di costi compresi tra i 300 e i 400€.

Per avere più certezze in merito t’invito a consultare il tuo medico di fiducia e a chiedere informazioni scientifiche sul tema. Ricorda che, nonostante l’impegno che metto nella ricerca di argomenti e nella stesura dei post, non ho una laurea in medicina e questo spazio nasce e si sviluppa con il principale scopo di scambiarci consigli per migliorare la nostra vita.

Vaccino desensibilizzante al nichel: cosa fare in attesa della commercializzazione su larga scala?

In attesa che dopo le prime sperimentazioni il vaccino venga commercializzato su larga scala si può comunque continuare a seguire i consigli relativi all’alimentazione, basilari per gestire l’allergia al nichel.

Per rinfrescarti la memoria posso consigliarti d’iniziare da un mio post dedicato ad una selezione delle migliori ricette senza nichel che ho scovato online, un vero e proprio menu completo da portare in tavola per una cena completamente nichel free (se non soffri di allergia al nichel questo problema può riguardare un tuo amico o un familiare).

Sono giunta alla fine del mio breve excursus sul vaccino per l’allergia al nichel. Sperando di averti fornito delle informazioni utili, ti invito a lasciare la tua opinione nei commenti. Ricordati sempre che tutti gli spunti sono benvenuti e che questo spazio web ha come principale obiettivo proprio la condivisione di esperienze quotidiane relative alla gestione dell’allergia al nichel.


disintossicarsi-dal-nichel-guida

Riassunto del post
Vaccino per allergia al Nichel: Esiste e funziona?
Titolo del post
Vaccino per allergia al Nichel: Esiste e funziona?
Descrizione
Vuoi un vaccino che ti permetta di eliminare definitivamente la tua allergia al nichel? Questo post approfondisce da studi clinici già effettuati a che punto è la ricerca, a chi si rivolge questo vaccino, quanto costa e a che punto è la fase di studio clinico.
Autore

Commenti

  1. paola lamacchia
    • Anna Capezzuto
    • Sara
        • Jennifer83
          • Sara
    • Anna Imperatore
      • Sofia Serena
  2. caterina
  3. Francesca
    • Marilena Capozi
    • Jennifer83
    • Valentina
  4. Chiara
  5. rita
  6. rita
  7. Sara
  8. Paola manocchio
  9. Danish
    • Paola Orsini
  10. valentina
    • Paola Orsini

Lascia un commento qui sotto:

Condivisioni

Vuoi Disintossicarti dal Nichel?